Guida EasyBcd: Avviare 4 Sistemi Operativi con il Bootloader di Windows

easybcd-windows

Dopo aver parlato delle potenzialità di EasyBCD e dopo le numerose richieste via email, che mi sono arrivare in questi giorni, ecco una guida all’utilizzo di questo utilissimo software:

Mettiamo il caso che avete installato sul vostro PC ben quattro sistemi operativi e ogni volta che accendete il computer volete che parta il bootloader di Windows mostrandovi la scelta di quale so avviare:

La prima cosa da fare è chiedersi: ma che me ne faccio di tutti questi SO?

Scherzo! ;)

La prima cosa da fare (dopo aver installato i vari SO) è ripristinare il bootloader di Vista:

  • Inserire il DVD di Vista nel lettore e fare il boot da esso.
  • Dopo aver scelto la lingua, cliccare in basso su “Ripristina computer”.
  • Nella finestra di dialogo Opzioni ripristino di sistema scegliere Prompt dei comandi
  • Digitare Bootrec.exe /fixboot e premere invio.
  • Digitare Bootrec.exe /fixmbr e premere nuovamente invio.

Bene: Windows Boot Loader è stato ripristinato e al riavvio dovrebbe ripartire Vista.

Scaricare e installare Easy BCD.

Avviare il programma.

Aggiungere una voce per Windows XP:

Cliccare su “Add remove entries“.

In “Add an entry” cliccare sul tab “Windows” e selezionare:

  • Type: Windows NT/2k/XP/2k3
  • Name: quello che vogliamo (probabilmente: Windows XP)

Riavviare e controllare se tutto funge.

Aggiungere una voce per Ubuntu:

Questo sistema è valido per qualsiasi distro Linux che usa Grub come bootloader:

Cliccare su “Add remove entries“.

Sempre in “Add an entry” cliccare sul tab “Linux“.

Selezionare:

  • Type: Grub
  • Name: sempre quello che vogliamo
  • Drive: non selezionare niente.
  • Selezionare la casellina “GRUB isn’t installed to the bootsector”.

Cliccare sul tasto “Add entry“.

Fatto!…..e siamo a 3.

Ultimo passo:

Aggiungere una voce per Leopard:

Per avviare Mac OS X Leopard con il bootloader di Windows Vista bisogna effettuare qualche passaggio in più:

Avviare Easy BCD e cliccare sempre su “Add remove entries“.

In “Add an entry” cliccare sul tab “Mac“.

Selezionare:

  • Type: Generic x86 PC
  • Name: voi che dite? ;)

Cliccare su “Add entry“.

Cliccare su “Change Settings” e in “Entry-Based Settings” selezionare nel menù a tendina Leopard (o come l’avete chiamato). Controllare che in “Drive” gli sia associata la lettera della partizione di Vista (solitamente C:\).

Ora abbiamo bisogno di entrare nella partizione del felino senza avviarlo:

  • Avviare Ubuntu qualsiasi altra distro Linux che avete installato sul vostro Pc. Se non ne avete installata una procuratevi un Live CD di Ubuntu e avviate da esso.
  • Entrare nella partizione di Leopard e seguire questo percorso: \usr\standalone\i386\.
  • Copiare il file boot.efi nella partizione di Vista, precisamente in C:\NST (se la cartella NST non esiste, createla voi) e rinominatelo in nst_mac.efi.

Bene, riavviate e fate partire Leopard, ricordatevi però che seguendo questa procedura, quando si aprirà il Darwin dovrete premere F8 e selezionare la partizione relativa a Leopard.

  • alfredo

    insomma lo zio bill ha inventato l’acqua calda e a pagamento; ogni distro di linux creava un grub automaticamente da svariati anni;

  • max

    Si peccato che per ubuntu 8.10 non funziona na mazza!!!!! parte solo vista, se si seleziona linux parte solo un pseudo grub che si ferma appunto in grub senza caricare niente, ma già con due non funziona figurati con 4!!!!!!!

  • Revolution83x

    Ciao max. A me con ubuntu 8.10, funziona perfettamente. Quando aggiungi la voce devi ricordarti di selezionare “GRUB isn’t installed to the bootsector”e EasyBCD installerà “NeoGrub” che ti permetterà di avviare Ubuntu. Controlla in C: se il file “menu.lst” è all’interno della cartella “NST”.

  • Emiliano

    Ottima guida, proprio quella che cercava, grazie.

  • princio

    bellissima guida, la migliore in rete, soprattutto per la confugirazione di leopard;
    grazie e ciao

Close
Basta un Mi Piace per darci il tuo supporto
Segui Revoblog tramite il tuo Social Network preferito